itenfrdeiw
FacebookTwitter

Per la pubblicità su questo sito chiama 0698359729

CINQUE MILIONI di download al mese e 130 milioni di utenti per Ccleaner, la popolare utility di pulizia e ottimizzazione del Pc. Ma secondo quanto comunica Avast, marchio del noto antivirus che ha acquisito Ccleaner, la versione pubblicata lo scorso agosto sarebbe stata compromessa da hacker sconosciuti e potrebbe scaricare software non autorizzato e malware.

Dalle ricostruzioni degli esperti sembra un attacco sofisticato, inoculato direttamente sui computer degli sviluppatori. E in sostanza per gli utenti mantenere installata la versione di agosto è una minaccia seria, e lo sviluppatore di Ccleaner, Piriform, suggerisce a tutti gli utenti di aggiornare subito all'ultima versione, in cui la falla è stata riparata. Non è al momento noto quanti utenti siano stati danneggiati ma Piriform dice che l'attacco è stato bloccato in tempo, in una fase primaria dell'azione, in cui venivano solo raccolti dati e non scaricato software indesiderato.

Il sito internet della biblioteca ebraica di Venezia è stato oggetto di un attacco hacker sembrerebbe di matrice islamica;per più di due ore il sito del «Centro culturale Renato Maestro»è stato oscurato nella giornata del 14 marzo 2016 da tale sigla «Tunisian Fallaga Team»;suddetta sigla risulta essere già nota agli investigatori dopoche nel 2015 in Francia vennero arrestati sei appartenenti peralcuni attacchi di pirateria informatica;la homepage della biblioteca è stata così oscurata dal «Tunisian cyber resistence» con un messaggio in lingua inglese cheprende di mira alcuni Stati come la Russia, Israele, Francia eIndia accusati di violenze contro gli islamici;l'attacco al sito della biblioteca ebraica, come riportano iquotidiani locali, è giunto a pochi giorni dalle presentazionedelle iniziative legate ai 500 anni della nascita del ghettoebraico a Venezia.

(askanews)

Alcuni hacker sono stati invitati a testare la sicurezza dei siti web dei militari degli Stati Uniti come parte di un nuovo programma pilota che sarà lanciato nel mese di aprile. Lo ha annunciato il Dipartimento della Difesa Usa. “Sto sfidando la nostra gente a pensare fuori dagli schemi, oltre i cinque lati del Pentagono”, ha detto il segretario della Difesa Ashton Carter.

“Invitare gli hacker responsabili a testare la nostra sicurezza informatica certamente soddisfa tale prova. Sono fiducioso che questa iniziativa innovativa rafforzi le nostre difese digitali e, infine, migliori la nostra sicurezza nazionale”. Il programma è il primo di una serie progettata per “trovare le vulnerabilità di applicazioni, siti web e reti del Dipartimento della Difesa e fa parte del piano d'azione dell’amministrazione Obama del Cyber National Action Plan annunciato a febbraio dalla Casa Bianca per rispondere ai bisogni di sicurezza informatica del paese.

Il Dipartimento della Difesa ha spiegato che sta eseguendo controlli in background sui hacker. Una volta controllati, i partecipanti potrebbero lavorare su un "programma di durata limitata e controllata" per identificare – appunto - le potenziali vulnerabilità del sistema. Gli hacker in cambio della loro opera riceveranno premi in denaro e altri riconoscimenti.

(AGV NEWS)

Template Settings

Color

For each color, the params below will give default values
Black Blue Brow Green Cyan

Body

Background Color
Text Color
Layout Style
Select menu
Google Font
Body Font-size
Body Font-family