Privacy Policy

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy..

Chiudendo questo banner (Accetta), scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

itenfrdeiw
FacebookTwitter

Per la pubblicità su questo sito chiama 0698359729

Samsung: ridotta la produzione di Galaxy Note 7

Lunedì, 10 Ottobre 2016 08:06 Scritto da  dimensione font riduci dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font aumenta la dimensione del font
Samsung: ridotta la produzione di Galaxy Note 7 Note 7

Seul, 10 ott. - Samsung comunica di aver "modificato" la produzione degli smart phone Galaxy Note 7 dopo che alcuni grandi distributori hanno smesso di aderire al ricambio degli oltre 2,5 milioni di esemplari ritirati dal mercato. Gli apparecchi sostitutivi, hanno lamentato l'americana At&T e la tedesca T-Mobile,  presentavano gli stessi difetti, ovvero una batteria che, se ricaricata, a volte si surriscaldava fino a esplodere. "Stiamo modificando i volumi di produzione", fa sapere una nota dell'azienda, "intendiamo migliorare il controllo di qualita' e consentire investigazioni approfondite sui recenti casi di esplosioni di batterie".

Il comunicato e' stato spedito dopo che un'agenzia di stampa sudcoreana aveva riferito di un'interruzione temporanea della produzione dovute a una discussione con le autorita' a tutela dei consumatori di Seul, Washington e Pechino.     Gli intoppi che hanno caratterizzato il richiamo avviato lo scorso 2 settembre, che potrebbe costare fino a 2 miliardi di dollari, hanno ulteriormente aggravato il danno di immagine subito da Samsung, dopo mesi nei quali i social network sono stati tempestati di foto di Galaxy Note 7 semicarbonizzati, reduci dallo scoppio della batteria. E' quindi destinata a crescere la pressione degli azionisti (in particolare l'hedge fund americano Elliott Management) nei confronti della famiglia Lee, al centro di una complicata transizione generazionale, perche' cambi modello di business. La dinastia fondatrice e' inoltre oggetto di forti critiche per i complessi incroci azionari che le consentono di controllare la compagnia pur detendo formalmente solo il 5% del capitale.

Fonte: AGI

Letto 370 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Ultima modifica il Lunedì, 10 Ottobre 2016 08:15
giweather joomla module

Iscriviti alla Newsletter

Template Settings

Color

For each color, the params below will give default values
Black Blue Brow Green Cyan

Body

Background Color
Text Color
Layout Style
Select menu
Google Font
Body Font-size
Body Font-family